Carrello (0)

INVITO UFFICIALE STANDARD

Se quello di Torino è un momento irrinunciabile nel calendario di chi dei libri fa la propria ragione di vita, per Bonfirraro la trasferta piemontese si colora ogni anno di sfumature particolari: assume il significato di affermare la propria presenza, in continua crescita, sul panorama editoriale italiano, di sancire il proprio lavoro pionieristico da indipendenti fin qui svolto e di rilanciarsi sul mercato con nuove sfide “libresche”.

Pubblicato in Blog

POST SITO

Anche noi ci immergiamo nel nuovo millennio digital - tech!

Da oggi, per tutto il mese di settembre, si potranno scaricare e sfogliare i nostri nuovi ebooks all’incredibile cifra di € 2,99, disponibili su qualsiasi dispositivo e- reader.

Pubblicato in Blog

2

 

La incontriamo nuovamente immersa nel verde, in quella campagna che ormai è diventata un buen retiro, dove raccoglie le idee e dà sfogo a un’immaginazione senza confini.

La nostra autrice Cinzia Nazzareno è in fibrillazione alla vigilia della sua nuova pubblicazione: si intitola “Lo Scarabocchio”, un titolo che, incentrato su “difficili” problematiche legate all’identità di genere ancora terribilmente attuali, promette di far già parlare di sé. Tutto è già stato deciso, dunque, e si aspetta solamente il responso dei lettori, quelli che hanno così tanto apprezzata il suo esordio letterario Il sole in fondo al cuore, dallo sfondo più intimistico, e che attendono fiduciosi la sua seconda prova d’autore.

Pubblicato in Novità

BANNER SITO CON LOGO

 

Andare. Oltre i limiti. Oltre il confine. Anche quest’anno la casa editrice Bonfirraro parteciperà al XXX Salone Internazionale del Libro di Torino, che si terrà al Lingotto Fiere dal 18 al 22 maggio 2017.

Un’occasione imperdibile, quella della kermesse più importante dedicata alla cultura e ai libri, per affermare la propria presenza, sempre in continua crescita, sul panorama editoriale italiano, per sancire il proprio lavoro pionieristico da indipendenti fin qui svolto e rilanciarsi sul mercato con nuove sfide “libresche”…

Pubblicato in Blog

 

                                                         A guardarlo non sembrerebbe. Di mezza età, occhi limpidi, piacevole vena ironica e quel particolare accento della Costa Azzurra che affascina e intriga, come sempre, a queste basse latitudini.

Ma Serge Ferrand, che vive su una barca nell’azzurro mare di Sciacca, nell’agrigentino, è un giornalista. Un cronista francese free lance di quelli tra i più feroci, che aggrediscono la notizia dal di dentro e la disintegrano, andando al cuore del problema, spogliandolo e mostrandolo senza false ipocrisie, sbattendolo quasi davanti al naso del lettore.

E per farlo si mimetizza, si cala nel mondo che lui stesso vuole scoperchiare, mangiando le stesse cose e respirando quell’olezzo, quella stessa aria che ha bisogno di essere purificata.

Pubblicato in Blog

PER VISUALIZZARE LA SCHEDA DEL LIBRO CLICCA QUI

È la mattina del 4 marzo, quando Marco Prato e Manuel Foffo – rei confessi – torturano, seviziano e uccidono la loro vittima. Doveva essere solo un party. Uno di quelli che va per la maggiore nella movida romana, dove alcune le feste, tra sesso alcol e droghe, possono andare avanti anche per sei giorni di fila. Diventa invece, la scena di una vera e propria mattanza, avvenuta al di fuori del resto del mondo. Un sacrificio, un’esecuzione. E soltanto “per vedere l’effetto che fa”. 

Emilio Orlando, giornalista romano de La Repubblica, da questo marciume ne ha tratto un libro di inchiesta che sembra poesia, un noir che sembra thriller, ma che purtroppo è cronaca. Nera. Dallo scandaglio dell’animo dei protagonisti, dalle carte dell’inchiesta, dalle più atroci confessioni, viene fuori, infatti, “Buoni’ assassini. Genesi di un delitto – Il caso Varani”, in uscita per Bonfirraro editore, che punta il dito non solo e non soltanto sugli autori del folle gesto, ma anche sui padri e sulle genitrici, sulla testa di una delle quali si è consumato l’orrore.

Pubblicato in Blog

Ismete Selmanaj è la nostra autrice di origini albanesi, ospite di due eventi programmati in occasione de “Il Giorno della Memoria”, dal titolo “Un impegno per il futuro: costruire un cammino senza crimini”, previsti il 27 gennaio, a Gela e a Niscemi, rispettivamente presso gli istituti scolastici “Luigi Sturzo” e “Leonardo Da Vinci”. In attesa del suo nuovo romanzo, la cui uscita è prevista per il prossimo mese, l’abbiamo sentita in riferimento al suo “Verginità rapite”, il libro d’esordio che ha riscosso un grandissimo successo di pubblico e di critica in Italia e che sarà perno del dibattito all’interno delle celebrazioni per le vittime della Shoah.

Pubblicato in Blog
 -Frosinone

       Il libro di Massimo Mangiapelo verrà presentato a Frosinone dalla conduttrice di Uno Mattina e dal cronista de La Repubblica!

 

Non si ferma la forza morale di Massimo Mangiapelo, il giornalista frusinate autore del libro “Federica, la ragazza del lago”, pubblicato da Bonfirraro e dedicato alla nipote Federica, la ragazza di Anguillara Sabazia uccisa dal fidanzato e trovata senza vita il 1° novembre 2012 sulla spiaggia di Vigna di Valle, sul lago di Bracciano.

Pubblicato in Blog
Martedì, 12 Gennaio 2016 19:37

A tu per tu con Totò Cuffaro!

L’intervista a tema in redazione durante un giorno di festa:
«Nastasi? Discorso oggettivo e ragionato.
Crocetta? Semplicemente inadeguato.
Io? Come un maiale!»

Smagrito, ha lo sguardo da pecora ammansita, ma lui preferisce più paragonarsi a un “maiale”. «Nella fattoria di Orwell il maiale è il più animale di tutti» dice. Ha letto tanto Totò Cuffaro, durante la sua detenzione. Ha letto Socrate e i classici e, citando il maestro ateniese, adesso dice che considera «un “diritto” rispettare la giustizia. “Perché dà l’idea dell’essenza dell’uomo”». Si presenta serenamente, con quel mezzo sorriso che adesso sembra essersi accasato sul suo volto. Cominciamo in media res. Ha già tra le mani il saggio di Nastasi.

«L’ho letto subito dopo la mia scarcerazione, tutto d’un fiato - ci dice immediatamente - non conoscevo Simone, mi ha molto colpito la sua ostinazione ad approfondire giornalisticamente particolari che spesso, all’apparenza, risultano anche inutili».

Pubblicato in Blog

ROMA – È stato presentato il 9 dicembre, alla Sala Stampa della Camera dei Deputati “Cuffaro tutta un’altra storia – La verità sul processo al presidente dei siciliani” il nuovo libro sulla vicenda giudiziaria dell’ex governatore, a firma del giornalista romano Simone Nastasi, da oggi in nelle librerie Mondandori d’Italia per Bonfirraro editore.

Totò Cuffaro ha veramente aiutato la mafia? Attraverso l’analisi approfondita delle diverse fasi processuali e la rilettura dei atti dibattimentali, Nastasi mette in luce gli aspetti meno raccontati del processo, come per esempio la vicenda delle intercettazione “Ragiuni avia Totò Cuffaro”, che per l’accusa costituirà la “prova regina”. «Perché così tanti consulenti? E perché per due periti la ricezione della microspia risulta poco udibile? Ma, soprattutto, Cuffaro avrebbe realmente fatto parte di quell’area grigia nella quale, come si legge nella sentenza di primo grado, ‘opera indisturbato un intreccio perverso tra interessi politici, economici, affaristici e mafiosi’»? Sono soltanto alcune delle domande che si pone l’autore (così com’è avvenuto con il suo scrittod’esordio “Il caso Speziale – Cronaca di un errore giudiziario”, Bonfirraro) su una vicenda complessa che ha riguardato «il primo condannato della storia politica italiana a scontare in carcere una pena così lunga».

La sentenza definitiva è, infatti, arrivata dalla Cassazione il 22 gennaio del 2011. La pena inflitta èstata una condanna a sette anni di reclusione per rivelazione di segreto istruttorio con l’aggravante di favoreggiamento mafioso. «Un’accusa - scrive Nastasi - che Cuffaro ancora oggi continua a non voler accettare, perché ripete ‘la mafia fa schifo’ e ‘la mafia, l’ho sempre combattuta’. Anche nel suo caso, valga allora la domanda: la verità giudiziaria e quella storica, possono coincidere? I fatti sono andati veramente in questo modo?». Dubbi, interrogativi, testimonianze, interviste esclusive e quant’altro: tutto contribuisce a fare del volume – con la prefazione del giornalista d’inchiesta Guido Paglia, direttore de L’ultima ribattuta, e con la postfazione dell’avvocato ed ex parlamentare Mauro Mellini, autore de Il partito dei magistrati (Bonfirraro ed.) – un saggio acuto e agile, dall’andamento a spirale, con i concetti accennati prima e approfonditi poi, che abbandona subito la presunzione di essere detentore di assolute verità – a dispetto del titolo provocatorio – ma che induce il lettore a porsi, sempre e comunque, delle domande da cittadino libero.

Per visualizzare la scheda del libro, clicca qui

Pubblicato in Comunicati Stampa
Pagina 1 di 2

Dove Siamo

Bonfirraro Editore
Viale Signore Ritrovato, 5
94012 Barrafranca (EN)
Telefono: (+39) 0934 464 646
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito:

Visualizza Mappa

Seguici anche su

FacebookTwitterLinkedinYoutube