Carrello (0)

Cagliostro - la doppia e l'intrigo maltese


Anno: 2017
Pagine: 176
Caratteristiche: brossura
Dimensioni: 14.5 cm. X 21 cm.


ISBN: 9788862721721
Prezzo: 16,90 €
Prezzo di vendita: 16,90 €
Disponibilità immediata
Spedizione Gratuita per l'Italia in 1-2 giorni lavorativi.
Valutazione: Nessuna valutazione
Descrizione

Chi era davvero l’eretico Cagliostro e come operò nel corso delle sue peregrinazioni tra le corti europee? Quali documenti possono accertarlo con certezza? Si recò davvero a Malta? Chi incontrò,

cosa imparò e cosa scoprì di così tanto segreto da averne paura egli stesso?

Nessuno ha ancora mai dimostrato, benché si dia per assodato, se il palermitano Giuseppe Balsamo e Alessandro Conte di Cagliostro fossero la stessa persona, ma di certo si sa che l’ultimo finì la propria vita nelle caliginose carceri della fortezza di San Leo, dopo aver truffato le corti di mezza Europa, in quell’occidente di metà Settecento che stava mutando radicalmente, raggiunto dalle fiamme del razionalismo illuminista. Quella stessa fiamma rischiarava nuovi orizzonti, ma allo stesso tempo continuava ad alimentarsi dell’ermetismo, del mistero, dell’occultismo in genere. E qui, le stregonerie di Cagliostro si incastravano alla perfezione. Cagliostro che trascendeva la semplice esperienza materiale per aprirsi al mondo della magia, dell’esoterismo, delle forze oscure. O forse, più semplicemente, dell’intelligenza umana coniugata alle abilità pratiche dell’uomo, alla falsificazione, alla dissimulazione…

A raccontare la dualità dell’enigmatico alchimista e avventuriero, che ancora oggi, a distanza di due secoli dalla sua morte, affascina e seduce gli studiosi più arditi, una nuova, entusiasmante monografia concepita interamente in lingua italiana.

Per la prima volta, infatti, il maltese Frans Sammut, erudito e storico di forte caratura intellettuale, si sofferma proprio sulle origini storiche di questo personaggio, da quando a Malta, nel 1766, venne introdotto al noto Ordine dei Cavalieri. Partendo da premesse diverse, dunque, ne L’Intrigo maltese l’autore, grande conoscitore delle vicende umane e dei meccanismi della società nei secoli passati, oltrepassa la biografia, e fornisce una chiave di lettura del tutto nuova e indubbiamente intrigante.

Tra riti egiziani, mirabolanti peregrinazioni, l’incontro con il misterioso Gran Maestro, re della Massoneria, e con la consorteria partenopea, si snoda nel libro un percorso umano, intrecciato e definito anche da un intelligente scandaglio psicologico, che fa dell’analisi di Sammut, indagine raffinata e condotta con rigoroso metodo storiografico, arricchita di tutte quelle implicazioni “sottili”, celate dietro un simbolo o dietro la stessa identificazione esoterica o alchemica di un concetto e mai dimentica del contesto storico- sociale in cui è inserita, per arrivare a conclusioni diverse e stuzzicanti e, per questo, ancora più interessanti.

Seguici anche su

FacebookTwitterLinkedinYoutube