Carrello (0)

I Borbone: "Piemontesi Bastardi!"


la verità rubata

Anno: 2019
Pagine: 270
Caratteristiche: brossura

ISBN: 9788862722063
Prezzo: 16,90 €
Prezzo di vendita: 16,90 €
Disponibilità immediata
Spedizione Gratuita per l'Italia in 1-2 giorni lavorativi.
Valutazione: Nessuna valutazione
Descrizione

Il titolo non tragga in inganno, non vuole essere offensivo verso i Piemontesi.
Nel Lager di Fenestrelle in Piemonte oltre 5000 soldati Borbonici vengono fucilati, molti altri vengono fatti morire di freddo. Prima di essere fucilati i poveri militari traditi dai loro stessi comandanti gridavano “Bastardi Piemontesi-Italiani” ai loro aguzzini. Massimo d’Azeglio che dice che mettersi con il sud è come andare a letto con un cadavere lebbroso. “Africanissima Gente” diceva il Farini. Il cugino del bandito Ciccone incontra il capitano spagnolo Pamplona e gli parla dell’oro con il quale gli Inglesi corrompevano i generali napoletani affinché facessero ritirare la loro truppa che avrebbe vinto con estrema facilità. L’Autore porta alla luce, in questo romanzo storico, innumerevoli realtà che coinvolgono gli interessi di Francia ed Inghilterra. Tramite le sue ricerche, ha avuto un’intuizione che svela attraverso la confessione e il ricordo di un ufficiale borbonico, un vinto appunto. Riesce a fare un’analisi quanto mai precisa di una serie di avvenimenti sconosciuti alla maggior parte degli Italiani. Con questo libro si è voluto fare chiarezza e rivelare, finalmente, cosa può essere veramente successo nell’Italia Meridionale con lo sbarco dei Mille e cosa fosse stato tramato dalle più grandi Nazioni europee di quel periodo. Una verità che, nonostante le testimonianze e i documenti visibili ai più, rimane ancora completamente sconosciuta.
La verità della storia di questa penisola è sempre molto più complessa e sottile di come essa viene presentata dai libri di scuola.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.

Dove Siamo

Bonfirraro Editore
Viale Signore Ritrovato, 5
94012 Barrafranca (EN)
Telefono: (+39) 0934 464 646
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito:

Visualizza Mappa

Seguici anche su

FacebookTwitterLinkedinYoutube