La Editrice Bose Giesse nasce nel 1985 dall’idea di un giovane intraprendente, Salvo Bonfirraro, il quale avrebbe voluto dedicarsi in prima persona alle sue due più grandi passioni, la scrittura e la poesia, ma ha finito col diventare un ottimo talent scout di autori e libri.

Una casa editrice nel centro della Sicilia per colmare un vuoto, pochissime le realtà editoriali presenti all’epoca, e così dare voce anche a coloro che, pur facendo cultura e vivendo di cultura, non avevano la possibilità di accedere al mondo dell’editoria.

 

Certo la location, centro della Sicilia, non è la più felice per una attività editoriale lontana dai centri e dai salotti culturali che, invece, si trovano nelle città più grosse della Sicilia come Catania e Palermo. Ma il desiderio di Bonfirraro è quello di far crescere la sua attività editoriale proprio al centro della Sicilia, dove l’unica casa editrice esistente è quella fondata da Salvatore Sciascia a Caltanissetta. Bonfirraro esordisce a soli 24 anni, nel 1985, proprio con un libro di poesie: “Tentazioni” di una maestra. A cui seguono nel tempo oltre centocinquanta titoli. 

Fino agli anni 90 la produzione editoriale è caratterizzata, maggiormente, da raccolte di poesia e narrativa producendo libri di ottima qualità per i contenuti contribuendo alla scoperta di nuovi autori che, per la maggior parte, provengono da oltre lo stretto di Messina.

Nel 1987 pubblica, nella collana DOCUMENTI, l’opera dal titolo La Regione Siciliana e i Deputati della X legislatura. L’opera nasce dall’esigenza di dare uno strumento di consultazione per conoscere chi e cosa fanno i Deputati della Regione, le loro funzioni e i compiti che svolgono e i quali sono stati eletti. All’epoca Internet non è ancora arrivato… L’opera, oltre a riportare le biografie, complete di foto, di ogni Deputato, riporta la composizione degli uffici, degli assessorati, dei gruppi parlamentari, la composizione del Governo e molte altre notizie utili, come i numeri di telefoni dei vari uffici e assessorati. In calce riporta lo Statuto della Regione siciliana.

Nel 1987 pubblica due raccolte di poesie,la prima dal titolo Ombre tra le doline del poeta pugliese Filippo Pirro: un libro raccontato tra liriche e disegni dello stesso autore. Difficilmente i libri di poesie riescono a vendere molte copie, questo invece è stato uno dei pochi, insieme a Teneramente … il mare della poetessa riminese Lilli Bertozzi Fraternali: “Dedicato a te” soltanto così si legge in apertuta della silloge e già questo tipo di offerta, così segreta, così sottovoce, così misteriosa introduce ad un intimismo di carattere esclusivo, quasi raro.

Alla fine degli anni 90, vista la carenza di guide turistiche, edite da case editrice siciliane, per due dei maggiori siti turistici siciliani, I Mosaici della Villa Romana del Casale di Piazza Armerina e Morgantina, entrambi ubicati nella provincia di Enna, decide di varare la collana dal titolo GUIDA VIAGGI.
Il primo titolo è Mosaici di Piazza Armerina, con versione in 5 lingue, tutta a colori, vede la luce nel 1989 e oggi è giunta alla 5a edizione, mentre il secondo titolo riguarda la location di Morgantina, che si affaccia, allora, da poco al mercato turistico, dal titolo Da Morgantina ad Aidone: viaggio in un sito all’interno della Sicilia. Questo titolo, versione in 4 lingue, è già alla seconda edizione

Il marchio iniziale “Editrice Bose Giesse” viene affiancato negli anni ’90 dalla sigla editoriale Bonfirraro a cui appartengono diverse collane suddivise per argomenti: narrativa, poesia, saggistica, storia e guide turistiche.

I primo titoli pubblicati con la sigla editoriale Bonfirraro riguardano la storia locale e siciliana in particolare. Questo perché l’editore vuole avere con il territorio un rapporto intimo teso alla conoscenza dello stesso attraverso pubblicazioni che possano dare ai lettori conoscenze storiche precise e puntuali. Fra questi titoli ricordiamo Piazza Armerina nelle alterne vicende della storia di Sicilia di Maria Concetta Cagni di Pietra e Zelinda Diana Satariana; Federico II di Svevia e Bianca Lancia da Mazzarino, splendori luci ed ombre dell’entroterra in Sicilia, con note di Araldica di Centonze; Una storia siciliana fra ottocento e novecento di Salvatore Vaiana, con presentazione di padre Ennio Pintacuda; Assoro madre di Popoli (Asaru primu e Roma secunnu) di Don Giovanni Gnolfo s.d.B.; Sono gli anni in cui la visibilità supera i confini regionali e la sigla editoriale Bonfirraro viene notata a livello nazionale con un titolo particolarmente importante, di cui parlano stampa e televisione in tutta Italia. Il libro di cui parliamo è Il Giallo della Benzina solida ininfiammabile che riduce del 50% i costi della benzina. Storia vera raccontata dal giornalista catanese Salvatore Cosentino che pubblicherà con Bonfirraro altri tre importanti titoli. Particolare riguardo, quindi, viene dedicata alla storia siciliana non esitando a pubblicare titoli provocatori e di forte impatto. Tra questi vanno ricordati senz’altro: “I BORBONE, PIEMONTESI BASTARDI. La verità rubata” di Luciano Cini e il “IL PARTITO DEI MAGISTRATI, Storia di una lunga deriva istituzionale” di Mauro Mellini con prefazione di Giuliano Ferrara. Questo libro ha consacrato definitivamente a livello nazionale Bonfirraro, Un libro di grande successo di critica e di vendita, presentato in molte televisioni nazionali che continua a far discutere. Sono molti i titoli in catalogo di forte impatto sociale e di denuncia. Del resto l’editore non nasconde il proprio attaccamento alla sua identità siciliana e la sua passione per la ricerca di nuovi autori, sia a livello locale che nazionale. A livello locale la produzione letteraria è affiancata dalla rivista OBIETTIVO, distribuita gratuitamente sul territorio, ricca di articoli e inserzioni.

Bonfirraro distribuisce direttamente in cento librerie fiduciarie su tutto il territorio nazionale, e ovviamente attraverso i più grandi siti web specializzati.
l’Elemento imprescindibile, dei libri pubblicati da Bonfirraro, è l’originalità dei temi trattati. Perché se c’è una cosa a cui questo giovane (d’età) ma storico editore non sa rinunciare è la novità. Ogni volume pubblicato racchiude infatti una scoperta, un’idea, un nuovo modo di guardare e valutare il mondo che ci attornia. Rappresenta la passione curiosa di un uomo che ama i libri ma soprattutto le storie che pubblica, da cui si lascia coinvolgere sinceramente, instaurando coi propri autori un rapporto di fiducia e calda possessività. A volte, come è normale che sia, con qualche autore questo non riesce perché si è fatto un errore di valutazione iniziale.
A dispetto delle regole severe imposte dal mercato editoriale, per cui si pubblica solo ciò che si vende, che il pubblico richiede o che è stato ampiamente collaudato, da Bonfirraro, fortunatamente, c’è ancora spazio per le idee e la creatività.

      Contattaci:    

Generali: info@bonfirraroeditore.it         
Editore: bonfirraroeditore@gmail.com         
Invia Manoscritto: inediti@bonfirraroeditore.it         
Ufficio stampa: stampa@bonfirraroeditore.it         
Commerciale: marketing@bonfirraroeditore.it         
 
  
X