Massimo Mangiapelo

Massimo Mangiapelo nasce ad Alatri il 21 agosto del 1959. A 7 anni i genitori lo portano a Roma. All’età di 10 anni inizia a scrivere poesie ed impressioni sui suoi diari, pensieri personali che condivide inizialmente solo con gli amici più stretti. Nel 1983 esce la sua raccolta di poesie “Sentori di un nuovo Natale”, che pubblica con le Arti Grafiche Tofani di Alatri. Nel 1984 inizia a collaborare saltuariamente con alcune riviste del panorama romano. Nel frattempo comincia a scrivere i suoi primi racconti.Nel 1990 torna ad Alatri, dove vive tuttora. Nel 1994, sempre con la Tofani, pubblica l’antologia di racconti e poesie “Due righe”, con la prefazione del giornalista del Messaggero Alberto Minnucci. Dal 1995 inizia a collaborare con Avvenire e il Corriere di Frosinone. Per tre anni è il corrispondente di Alatri de Il Tempo. Nel 1999 nasce il quotidiano La Provincia e Mangiapelo entra sin dall’inizio a far parte della redazione. Nel 2006 supera con successo gli esami da giornalista professionista. Il 1° novembre del 2011 la nipote Federica viene trovata senza vita sulle rive del lago di Bracciano. Inizia a scrivere impressioni sulla tragica vicenda. Nel 2012 pubblica la raccolta “Sei racconti” presso la Tipografia Acropoli della famiglia Strambi di Alatri.Ha partecipato con successo a vari concorsi letterari e di poesia ed alcuni suoi racconti o liriche sono stati pubblicati su raccolte collettive.

Visualizzazione del risultato

Visualizzazione del risultato