Eleonora Spezzano conquista anche Catania

 

Dopo Reggio Calabria, Milano, Cattolica, Sarzana, anche Catania. A far da cornice è lo splendido Monastero dei Benedettini di Catania. La giovane autrice ha conquistato ancora una volta la giuria di un importante premio.

 

Nella magnifica cornice dell’Aula Magna “Santo Mazzarino” presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche di Catania, alla presenza di un nutrito pubblico, la giovane Eleonora Spezzano, autrice del romanzo “Hans Mayer e la bambina ebrea” è stata premiata per il suo libro d’esordio, la cui tematica si sposa perfettamente con quella del premio intitolato GIORNO DELLA MEMORIA E DEL RICORDO, organizzato dal’ERSU di Catania per gli studenti universitari.

 

 

A premiare Eleonora è stato il professore Salvo Cannizzaro, vicepresidente e delegato culturale dell”Ersu di Catania.

 

“Solo con la cultura, l’arte la scrittura e la lettura possiamo contrastare ogni forma di intolleranza e violenza”, ha detto la professoressa Sara Muscarà Zappulla, presidente della giuria. “Un riconoscimento per la giovane Spezzano” dice la presidente della giuria, “anche per l’impegno nel ricordare anche ai giovani della sua età ciò che non bisogna mai dimenticare”.

 

Con la Spezzano sono stati premiati il compositore Matteo Musumeci e gli scrittori Enzo Papa e Gaetano Savatteri. Eleonora Spezzano con quest’ultimo premio riesce a conquistare ancora una volta la giuria di un altro importante premio.

 

Ci piace ricordare i premi ricevuti della giovane autrice: il premio letterario internazionale Città di Cattolica, finalista del premio letterario “Milano international”, premio speciale del Rhegium Julii di Reggio Calabria, primo premio Sez. Giovani penne del Premio Letterario “Città di Sarzana“.

Questo slideshow richiede JavaScript.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *